Monthly Archives: maggio 2016

IL GIARDINO DEL GUSTO 2016 – RIST. LA CUCINA DI CREMA

No Comments 1379 Views0

13051737_1040493496026044_7752338566295903858_n

RISOTTO ALLA LAVANDA SFUMATO AL “COLLALTO MANZONI MOSCATO ROSE’ ”

Chef Valter Crema – Alessandro Ferri – www.lacucinadicrema.it

E’ sempre difficile immaginare l’impatto che avrà un piatto in cui sono utilizzati ingredienti inusuali, che nel nostro immaginario appartengono a mondi diversi. Per questo ci incuriosisce molto l’uso della Lavanda in questo delicato e seducente risotto dal profumo intenso che tocca le corde dei nostri ricordi, evocando campi colorati, ronzare d’api e cassetti con biancheria profumata.

Proprio per non cadere nell’eccesso, è importante dosare nel modo corretto la speciale “Riduzione alla Lavanda”, che impareremo a preparare con le nostre mani, in modo che non sovrasti l’aroma, opportunamente bilanciato dalla cipolla di Tropea e dalla sfumatura con l’ottimo Collalto Manzoni Moscato Rosè. Già premiato dal Gambero Rosso nel 2014 come miglior vino rosato italiano, questo vino spumante ripropone ancora una volta il genio del prof. Manzoni che, fra le due guerre, andava incrociando varietà diverse alla ricerca di nuovi vitigni. Questo spumante, che nasce dal rarissimo vitigno Incrocio Manzoni 13.0.25 (incrocio fra Moscato d’Amburgo e Raboso del Piave) ammalia già alla vista per un’originale nota cromatica di rosa peonia, al naso spuntano i fiori di tiglio mentre in bocca seduce per morbidezza e fresche note fruttate.

Tornando alla Lavanda, con questo risotto, oltre al piacere della vista, dell’olfatto e del gusto, possiamo beneficiare delle innumerevoli proprietà di questa pianta officinale i cui oli essenziali molto attivi le conferiscono proprietà antisettiche, vasodilatatrici,  antinevralgiche, cicatrizzanti e diuretiche. La Lavanda è indicata per i dolori muscolari e artritici, ottimo calmante contro l’ansia e leggero sedativo nonché piacevole balsamico delle vie respiratorie: il miglior modo per unire l’utile al dilettevole!

Paola Sorarù – www.lightfood.it

 

Ingredienti e dosi per quattro persone:

320 g di riso Carnaroli Isola Della Scala

250 cl di Collalto Manzoni Moscato Rosè

70 g di fiori di lavanda.

25 cl di alcol 90° (ad uso alimentare)

600 cl di brodo vegetale (carote, sedano e cipolla)

2 cl di Collalto Manzoni Moscato Rosè

40 g di grana padano grattugiato

15 g di burro

5 g di cipolla di Tropea tritata e imbiondita nell’olio EVO

 

Procedimento per la Riduzione del Collalto Manzoni Moscato Rosè e Lavanda:

Mettete a macerare i fiori di lavanda nel alcol 90° in un vaso in vetro chiuso ermeticamente esponendolo al sole. Dopo 20 giorni circa filtrate l’alcol e versatelo in un pentolino assieme ai 250 cl di Collalto Moscato Manzoni Rosé, ponetelo nel bordo della stufa facendolo sobbollire lentamente anche per più giorni, fino a quando non si sarà ridotto ad un decimo del suo volume.

 

Procedimento per il risotto:

In una casseruola mettete a tostare il riso con la cipolla tritata e imbiondita.

Sfumate con 2 cl di Collalto Moscato Manzoni Rosè.

Continuate la cottura aggiungendo di tanto in tanto un mestolo di brodo vegetale bollente.

Trascorsi 15 minuti circa di cottura insaporite il risotto aggiungendo l’essenza di lavanda e moscato poco a poco assicurandosi che il sapore non venga troppo deciso.

Ancora tre minuti e poi mantecate con il burro ed il grana padano.

Servite caldo guarnito di petali di lavanda.